Le procedure semplificate per la sicurezza, il modello organizzativo 231/01 e i sistemi di gestione

Il decreto del Ministero del Lavoro del 13 febbraio 2014 ha definito una questione importante, ma, forse, non ben compresa da parte delle imprese e degli altri interlocutori sociali.

Si tratta del recepimento delle procedure semplificate per l’adozione e l’efficace attuazione dei modelli di organizzazione e di gestione della sicurezza nelle PMI, ai sensi del Decreto 81/08 (comma 5-bis, art. 30).

Tale articolo indica quali siano le caratteristiche di un concreto modello organizzativo volto a prevenire i reati colposi di infortunio e malattie da lavoro introdotti all’epoca nel D.lgs. 231/01.

Ma perché interessa le PMI ?

Perché le piccole e medie imprese hanno ora a disposizione indicazioni organizzative semplificate, operative (rispetto alla norma BS OHSAS18001 o alle linee-guida UNI INAIL) e definite dalla legge per ottenere:

  • un mini-modello organizzativo ex D.Lgs. 231/01 che le copra dai rischi, umani, economici, penali e reputazionali legati alla sicurezza;
  • l’integrazione di tali procedure nei diversi sistemi di gestione (qualità, ambiente, ecc.);
  • la riduzione permanente del tasso di premio INAIL.

Benefici importanti per un investimento ridotto che rientra in breve tempo.

AD&D Consulting in collaborazione con Artea e KIWA CERMET ITALIA ha organizzato un evento gratuito per approfondire questi argomenti.

L’iscrizione è gratuita e aperta a tutti, a questo link il modulo di iscrizione:

[readmore url=”http://www.artea.it/home/seminario-in-collaborazione-con-kiwa/”] Programma e modulo di iscrizione [/readmore]

Gabriele Tarantini

Consulente e docente master per il miglioramento organizzativo delle società e delle loro persone, ritiene la Compliance una necessità e la 231 un suo tramite. Progetta modelli 231 di cui valuta l’efficacia nella qualità di Organismo di Vigilanza. Ricerca l’innovazione, l’integrazione e la sostenibilità tra modelli 231, Privacy e sistemi di gestione. Usufruisce di una riconosciuta esperienza Privacy e riveste il ruolo di DPO per aziende di primario rilievo. Si avvale della fiducia e della stima consolidata di associazioni imprenditoriali e di categoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *