Risk Management

Il servizio si propone di analizzare tutti i rischi che incombono sull’impresa per essere consapevoli del grado di rischio complessivo, nelle sue differenti valenze tecniche, economiche, qualitative, ambientali e sociali.

Sebbene il concetto di Risk Management applicato ad un’organizzazione sia relativamente nuovo, non lo sono le tecniche e gli strumenti utilizzati per la sua efficace implementazione. Tali tecniche sono difatti mutuate da quelle utilizzate fin dagli anni ’50 nei settori industriali “a rischio”, dove diventava essenziale valutare l’affidabilità dei prodotti, i possibili modi di guasto ed i rischi ad essi connessi, già in fase di progettazione.

Oggi AD&D Consulting utilizza tali procedimenti, opportunamente adattati, nelle pratiche di Risk Management, conservando delle tecniche originarie la rigorosità del metodo e le modalità di presentazione dei risultati.

L’analisi si articola in quattro fasi:

1.

Identificazione delle attività e processi a rischio

Analisi del contesto aziendale, al fine di individuare i processi e le attività per i quali si concretizzano i rischi connessi agli ambiti di applicazione prescelti

2.

Individuazione delle minacce e dei fattori di rischio

Tale attività consente di evidenziare le possibili modalità di accadimento degli eventi a rischio e le situazioni in cui possono verificarsi nei processi/attività sopra individuati

3.

Attribuzione del livello di rischio ai processi e attività

A tal fine vengono considerati ed opportunamente pesati i seguenti fattori:

  • Probabilità dell’evento;
  • Gravità delle conseguenze:
  • Misure di prevenzione e controllo già messe in atto dall’organizzazione;
  • Rilevabilità dell’accadimento da parte dell’organizzazione.

4.

Definizione di un piano di trattamento del rischio, che di norma può essere accettato, mitigato, trasferito od eliminato